Questione di prospettive

Nel mezzo dell’incedere galoppante di una relazione cosiddetta stabile ,quando tu lui e il divano siete un unica materia assemblata fatta di sonno misto a sesso e frammenti di toast… quando il suo sguardo si colora di libidine e i convenevoli -e in questo mai stati piu d’ccordo- vengono mandati al diavolo sebbene siate voi ad ardere nell’ inferno della passione ,quando siete fuori per tutto il giorno come in due vite parallele , ma poi alla sera sedete accanto sopraffatti dalla stanchezza , con le parole che giocano a nascondino nei meandri più profondi della mente e che si rifiutano di saltare fuori quando si tratta di raccontare una giornata che fino ad allora sembri non aver ancora assaporato, capisci che nonostante tu l’abbia visto mille volte girare nudo per la casa, forse siete diventati per la prima volta intimi.

IMG_20181126_144501

Forse quello è l’uomo della tua vita.

Forse.

L’incertezza è la nostra vera assicurazione sulla vita ,è quel cavillo per cui siamo pronti a far saltare una storia ,come se fermarci a un certo punto del cammino ci precludesse la possibilità di assaporare la famigerata occasione migliore.

Ma se così fosse davvero …..perché aneliamo l’amore?

Perderci nell’effimero e voluttuario piacere di una scopata non ci basta perché siamo essere viziosi e perché si sa,il passo da una sigaretta dopo un caffè a una dipendenza è davvero breve. Siamo tutti giocolieri nella vita e della vita in equilibrio perenne fra chi siamo e chi vogliamo essere ,persi nel marasma delle nostre infinite ambivalenze,a vestirci di maschere per crederci migliori degli altri o di noi stessi.

Dunque, in un mondo in cui i mariti si scoprono gay , gli omosessuali bisex e  gli etero rinunciano gli uno agli altri, chi è diverso da chi ?

Forse ci accontentiamo semplicemente di condividere la stessa sorte, come per dividere la colpa, perché a  ben vedere siamo tutti figli di uno stesso cielo che cambia come cambiano le nuvole.

Dannate nuvole, eppure beate se con un po’di impegno e fantasia scorgiamo una lepre che scappa piuttosto che la prima cosa i nostri occhi decidano di vedere.

IMG_20181126_144959

Il punto è che un incontro può sbocciare in un’effimera storia  o può evolvere in una relazione d’ amore, sta a noi decidere se vedere nero o a colori .

In fondo,anche un cappello,ci insegna Antoine De Saint-Exupéry , non è altro che un boa che ha mangiato un elefante.

IMG_20181126_144451

Aurora Ariano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...