Memorie distratte. Per fortuna esiste il telefono.

La vita tirata all'angolo di un sorriso, teneva in equilibrio la felicità. Quell'estate a Capri. Ricordo tutto quel giallo. Mezze lune sui bicchieri e sulle bocche, una spiava dall'alto. Ora si sta cantanto. " Confessa". Eravamo felici. Mi ritrovai nell'abitudine austera dell'esercizio, sicché gli eccessi di certe sere sembrarono una canzone urlata a squarciagola. Non … Continua a leggere Memorie distratte. Per fortuna esiste il telefono.